Il Tema – “Tra Luci e Ombre”

Quest’anno il tema del concorso si riferisce a uno stile fotografico che usa prevalentemente toni scuri o chiari per creare un’immagine dal forte impatto: parliamo dello stile Low Key (tono basso) e High Key (tono alto).

Mentre l’illuminazione High Key cerca di illuminare il soggetto tanto da ridurre il contrasto, l’illuminazione Low Key intensifica il contrasto in un’immagine riducendo l’illuminazione.

Le immagini Low Key e High Key sono molto spesso snobbate e, per dirla tutta, sono addirittura considerate degli errori per come sono prossime (almeno in alcuni scatti estremi) a fotografie sottoesposte o sovraesposte, ma in realtà… nulla di più sbagliato!

LOW KEY

Per lo stile Low Key (“in tono basso”) la chiave non è solo creare un’immagine scura, ma utilizzare l’illuminazione in modo davvero selettivo così da illuminare solo certe aree dell’immagine. Normalmente un fotografo tende a evitare le ombre dure, soprattutto sul viso o intorno agli occhi del soggetto. Per questo motivo, scattare in Low Key può essere di fatto un divertente cambio di abitudini.

Invece di evitare le ombre intense, dovete considerarle come l’elemento principale della composizione, quello che definisce l’atmosfera dell’intera fotografia. Il trucco quindi diventa manipolare l’illuminazione e posizionare il vostro soggetto in modo che le ombre cadano nei punti giusti, così da creare l’ aspetto che desiderate.

HIGH KEY

Di solito per fotografia in High Key (“in tono alto”) si intende un’immagine in cui i toni chiari siano predominanti. Il solo fatto che ci siano molti toni chiari non basta, però, a rendere efficaci tali immagini: è necessaria anche la presenza di piccole quantità di toni scuri. E’ proprio grazie a questi ultimi, infatti, che i toni chiari appaiono brillanti e tutta la foto acquista corpo.

Di solito le immagini in High Key trasmettono una sensazione di positività e ottimismo ed In pratica, la natura luminosa della foto mette in risalto il soggetto e può creare un forte contrasto che cattura l’attenzione.